Serie B - 13° giornata di ritorno

Reti : 7’ Fracas (rig) (L) 21’Pasero (S) 52’ Simosis (L) 88’ Arnaudo (S)


Evidentemente il Ligorna ha preso a ben volere la Musiello Saluzzo visto che, dopo l’intera posta lasciata nella gara di andata, decide di non infierire contro le penultime in classifica, “regalando” letteralmente un punto, in quella di ritorno.

La partita rispecchia fedelmente il clichè del “fine stagione” dove stimoli, motivazioni e voglia di giocare sembrano non voler presentarsi in campo; soprattutto la prima frazione viene condotta a ritmo “sonnacchioso” dove i “piedi buoni” sono in sciopero e i cervelli “spenti”; tuttavia, al primo vero affondo le Genovesi passano, il tiro al volo di Bettalli è stoppato con la mano da un difensore a pochi passi dalla porta; rigore ineccepibile che Fracas trasforma con un tiro secco sulla sinistra del portiere.

Si ha l’impressione che Le Ragazze di Lo Bartolo possano controllare senza troppa fatica il prosieguo del match anche perché la formazione di casa non si dimostra in grado di costruire insidie alla retroguardia ligure e l’unico tentativo,su punizione dalla distanza, finisce abbondantemente alto sopra la traversa; ma, al 21’, le ospiti decidono di aprire la “sacca di regali” portata in Piemonte; la difesa locale allontana una azione offensiva con un rinvio “spazza tutto” che fa rotolare la palla ben oltre la metà campo dove sono presenti, con almeno trenta metri di campo libero, solo Cama e Napello; le due, però, indugiano permettendo il recupero di Pasero che, porta via la sfera al difensore centrale e,fatto qualche metro, calcia un “lob” che finisce morbido in rete scavalcando una Parodi forse un po’ troppo fuori dai pali.

Il pari non accende certo gli animi del confronto che scorre totalmente privo di emozioni (e gioco) fino ai minuti finali; al 40’ Fallico dal limite conclude forte e teso con palla che sfiora la traversa, due minuti dopo Fracas suggerisce in profondità il taglio di Cella che entra in area, rientra sul difensore e da buona posizione inquadra nel mirino…la maglia arancione di Malosti centrandola perfettamente e permettendo all’estremo difensore addirittura la parata in blocco sicuro; ancora più clamoroso ad un minuto dal termine quando nuovamente Fracas, con un filtrante delizioso, mette Simosis in condizione di presentarsi sola davanti al portiere che in piedi (e rassegnato) le si fa incontro, non si capisce come ma, con tutta la porta a disposizione, l’attaccante, più che un tiro, opta per un…docile passaggio al numero uno che ovviamente ringrazia !

Dopo gli “strali” nello spogliatoio, il Ligorna affronta il secondo tempo con spirito all’apparenza diverso; sessanta secondi di gioco e Simosis si invola fra le maglie avversarie e appena dentro l’ area colpisce decisa ma Malosti da’ inizio al suo show personale respingendo in tuffo; nulla puo’, però, al 52’ quando ancora Simosis, su assist di un ispirata Fracas, piazza con precisione nell’angolo basso il vantaggio delle gialloblù.

La compagine di casa sembra ora in balia delle avversarie che, conquistando facilmente la profondità, ogni azione generano pericoli che Picco e compagne non riescono più ad arginare; ci pensa, come detto, Malosti a tenere a galla le cuneesi con una serie di interventi “super” come al 67’ quando respinge un bolide di Fracas sparato da quattro metri e destinato all’incrocio o come, pochi minuti dopo, con una doppia parata, prima ribatte la conclusione di Fossati a botta sicura e subito dopo tocca quel tanto che basta per mettere in angolo il “tap in” potenzialmente vincente dell’appena entrata Campora.

Anche in fase offensiva la squadra di Mister Cani non riesce a pungere e, nonostante i ripetuti “incentivi” ricevuti sotto forma di rimesse da fondo campo quasi sempre corte e offerte agli avanti, le Saluzzesi arrivano a centrare la porta in una sola circostanza con il capitano Civalleri il cui tiro è preda sicura di Parodi.

A dieci minuti dal termine Malosti si prende la “palma” di migliore in campo sbarrando la strada ad una poco marcabile Fracas, l’azzurrina Under 17 fugge via in progressione dalla fascia destra, entra in area e mira con forza l’angolo lontano ma ancora una volta il portiere si supera e riesce ad opporsi con un intervento che fa impennare la palla, è nuovamente la punta ad arrivarci prima e battere al volo verso la porta sguarnita ma calibra male e fa solo adagiare la sfera sulla parte superiore della rete.

Si attende, da un momento all’altro, il gol del Ligorna che chiuda definitivamente la gara ma arriva all’88’, ….il pareggio del Musiello !! bomber Fracas, vedendo una giocatrice a terra, interrompe I’ ennesima fuga verso la porta avversaria e calcia di proposito in fallo laterale; come prassi vuole, la “restituzione” del pallone avviene… a fondo campo opposto; la nuova rimessa in gioco arriva nei piedi di Arnaudo che, senza esitazione, da non meno di trentacinque metri, indirizza subito verso l’area ligure un pallonetto “chilometrico” che, dopo un primo rimbalzo all’interno dei sedici metri, viene goffamente smanacciato da una molto male posizionata Parodi proprio sotto l’incrocio dei suoi pali per una delle più imbarazzanti marcature viste in stagione. Quattro sono i minuti di recupero concessi durante i quali il Ligorna continua, con poca fatica, a proporsi in avanti e avrebbe ancora un paio di grosse opportunità per riprendersi l’intera posta; al 90’ capitan Fallico entra in area rubando il tempo a tutti dopo aver controllato di petto un cross dalla sinistra ma all’altezza del dischetto non trova più la battuta e l’azione sfuma; due giri d’orologio e da una mischia in area è la volta di Favali che potrebbe, seppur leggermente defilata, appoggiare verso la porta sguarnita ma l’impatto non è preciso e anche in questo caso il Musiello …respira.

Poi il triplice fischio dell’arbitro Pette a sancire la chiusura della contesa, delle speranze e, almeno quello, della “sacca di regali” genovese.

SALUZZO: Malosti, Etzi, Inaudi L. Arnaudo, Barbero, Picco, Goria (’56 Rolfo), Pasero, Armando, Civalleri (cap), Inaudi G.

A Disp. Merlo,Milanesio,Savino. All. F.Cani

LIGORNA 1922: Parodi, Cama, Casciani, Bettalli (70’Favali), Napello, Cella, Simosis (74’Campora), Malatesta (84’Zambrano), Fracas, Fallico (cap), Fossati,.

A Disp. Piccioli,Mazzocchi. All. M.Lo Bartolo

Arbitro: G.Pette di Bologna Assistenti: C.Beltramino e E.Sina di Pinerolo.

Note : Tiri in porta 4/11 Tot.Tiri 6/18 Parate 7/1 Angoli 2/3

Falli fatti 11/7 Sostituz. 1/3

Ammonizioni 2/0 : Picco al 79’ Arnaudo al 90’

 

 






 vai a News

Classifica Serie B girone A

Sponsor

Il Ligorna a Parigi

Canale Youtube

Links

Social Networks

Calendario

Luglio 2018
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
           
 
 
 
 
 

Contatori

Numero visitatori: 449086

Login

Nome utente
Password