Ligorna Calcio Femminile

Serie B - 4° giornata

Reti: 26’Fracas   78’Vicchiarello...


LIGORNA 1922: Denevi, Cuneo, Napello, Bettalli, Cella, Cama, Casciani, Brero (67’ Fossati), Fracas, Fallico (cap), Campora, (76’ Favali).

A Disp. Parodi,Salvo,Moscamora,Trichilo,Mazzocchi.

All. R.Ventura

FLORENTIA: Valgimigli A., Valgimigli G. (76’Baroni), Abati, Lotti, Nencioni (cap) (86’Mascilli), Tona, Nocchi (56’Ceci), Tamburini, Vicchiarello, Rodella, Ferrandi.

A Disp. Leoni,Bonaiuti,Mazzella,Baroni,Aliaj.                                  

All. I.Lelli

Arbitro:  A.Marra di Mantova  Assistenti: S.Musante e F.Fusco di Genova

Note :   Tiri in porta 7/4  Tot.Tiri  12/14  Parate 2/2  Angoli  2/8  Falli 15/17  Ammoniz. 0/1  Sostituz. 2/3 

Rec. 0’ e 3’ 

La Florentia arrivata a Genova determinata e quasi sicura della vittoria, si deve accontentare di portare a casa un punto, comunque meritato, raccolto nel finale ma è la formazione di casa ad avere qualche recriminazione per i due punti persi nelle ultime battute di gara.

L’inizio è scoppiettante, le due squadre non si risparmiano e danno vita ad un primo tempo interessante e ricco di spunti; solo due giri d’orologio e Nencioni impegna Denevi con  una parata in tuffo a deviare in angolo; al 5’ occasionissima Ligorna con Brero che prende il tempo alla difesa e si presenta sola davanti al portiere ma conclude a lato; pronta risposta toscana ancora con il suo capitano, la bordata dal limite è però centrale e Denevi questa volta, ci mette i pugni e respinge lontano; un solo minuto e la rientrante Fracas “ubriaca” le avversarie dalla sinistra e mette un assist d’oro al centro dove Bettalli, a due metri dalla linea, non trova l’impatto giusto sul pallone e l’occasione sfuma. Al 13’ una girata autorevole di Fracas si stampa all’incrocio ma l’azione era viziata da un off-side; è la volta poi di Abati a calciare  ben oltre la traversa da posizione un po’ defilata ma buona in area ligure.  

Ancora tentativi in avanti per il Ligorna che al 26’ passa in vantaggio con una insistita  azione sull’asse Fracas-Campora, il tiro di quest’ultima, da appena dentro l’area, viene respinto ma Fracas  arriva sulla palla e spara un missile dai venti metri che centra inesorabile l’angolo basso sulla destra di Valgimigli. Salgono ancora di tono le bianco blu di casa spronate dalle indicazioni sempre corrette di Ventura che sostituisce lo squalificato Lo Bartolo e al 30’ un colpo di testa di Napello sfuma di non molto a lato.

La Florentia non sta certo a guardare e al 37’ è una provvidenziale Cama a sbrogliare una situazione difficile nella propria area, poi, al 40’ nell’unico spunto concessole, Nocchi mette i brividi con una conclusione incrociata che esce a fil di palo. Gli ultimi minuti del tempo tornano nuovamente in mano alle Ragazze di casa che potrebbero raddoppiare quando una scatenata Fracas in diagonale obbliga Valgimigli a smanacciare come può verso il centro dell’area dove Campora è pronta a battere a rete quello che potrebbe essere un “tap in a botta sicura” ma che   trova l’opposizione di un difensore che,con una scivolata estrema, salva e indirizza  palla verso Brero, l’attaccante colpisce di prima intenzione verso la porta ancora sguarnita ma il suo tiro fa solo la barba al palo ed esce sul fondo. Ultima emozione del tempo al 44’ con Campora che si inventa dalla distanza  una “palombella” a spiovere che scavalca il portiere ma rimbalza beffarda  sulla parte superiore della traversa prima di spegnersi fuori.  

La Florentia può vantare un organico notevole, più esperto e titolato perciò è prevedibile come la ripresa la evidenzi con uno schieramento più offensivo ed  agguerrito volto all’intento di rimettere in discussione il match; si assiste ad una pressione costante nella metà campo avversaria grazie anche all’ingresso di Ceci e alle incursioni di Rodella di fatto attaccante aggiunto,è sua la prima conclusione al 54’ secca ma alta.

La cerniera difensiva ligure con Cuneo, Casciani, Napello e Cama, ben supportata in appoggio da Bettalli e capitan Fallico, è però sempre attenta e, senza troppa sofferenza, non consente alcun ingresso pericoloso alle toscane che, per conseguenza e per cercare di affrettare il tempo che avanza, sono costrette a provare la conclusione dalla distanza con diversi  tiri ma nessuna reale insidia per Denevi; gli innesti di Fossati e Favali portano ad un maggior filtro e  il Ligorna  controlla con calma proponendosi in avanti con pungenti accelerazioni in una delle quali Ferrandi è obbligata a stendere Cella lanciata verso la porta rimediando l’unico giallo di una gara senza “cortesie” ma assolutamente corretta.

Con questo “trend” la partita sembra scorrere verso il termine  ma intorno al minuto 80,  l’arbitro Marra valuta  non regolare un intervento a liberare nei pressi dell’area ligure; la punizione, da posizione leggermente decentrata, è un invito a nozze per Vicchiarello che disegna una precisa traiettoria a scendere che non dà scampo a Denevi.   

La formazione di casa accusa il colpo e le fiorentine potrebbero beneficiarne un paio di minuti dopo quando un rimpallo mette Rodella sola davanti alla porta in condizioni di battere con tranquillità ma colpisce male e la sfera si perde sul fondo di diversi metri. 

Superato lo sbandamento l’Orgoglio Ligorna fa riversare in avanti la formazione di Ventura alla ricerca di riprendere quei tre punti che non avrebbe di certo demeritato, una azione dalla destra viene interrotta con un fallo in prossimità area di rigore, la punizione di Fracas supera la barriera e sembra destinata all’angolino basso ma Valgimigli ci arriva proprio all’ultimo e mette in angolo; l’estremo difensore è poi strepitoso al terzo e ultimo dei minuti di recupero concessi a smanacciare in uscita,quel tanto che basta a togliere dallo specchio della porta il preciso tocco in scivolata di Bettalli, strozzando l’urlo delle genovesi e depositando direttamente in cassaforte il punto prezioso per le biancorosse.    

 

 

 

 

 

 






 vai a News